Gli animali e la cultura

Ieri io e Dino siamo andati ad Arquà Petrarca, borgo medioevale in cui il famoso scrittore e poeta, Francesco Petrarca, aveva deciso di trascorrere gli ultimi anni della sua vita.

E’ una località molto bella, tranquilla e viva nello stesso tempo, ricca di verde, di fiori, di recinzioni in pietra, un luogo che offre un’atmosfera di serenità.

Camminando per il borgo medioevale, siamo arrivati alla casa del Petrarca e, appena superato il cancelletto, una donna ci ha chiesto otto euro per visitarla. Già prima, quando ho visto che il parcheggio era a pagamento, mi ero innervosita, perché credo che tutti abbiano il diritto di vedere le bellezze del mondo.

Dino poi mi ha fatto ragionare sul fatto che certi luoghi vanno curati e per questo ci vogliono soldi, quindi è giusto contribuire. Io invece vedevo una persona che mi chiedeva soldi per vedere una casa senza neppure i mobili e non sono riuscita a controllare la rabbia.

Lui ha deciso di prendere i biglietti e siamo entrati al primo piano. Mi sono subito lanciata verso la finestra perché in quel momento non mi intressavano i quadri, avevo voglia di guardare i paesaggi esterni. Intanto continuavo a ripetere che non tutti possono permettersi di pagare il biglietto per accedere a quei luoghi e che questo per me non è giusto.

Poi siamo usciti e siamo saliti su una scala di pietra che portava al secondo piano. Mentre salivo ho visto una lucertola stupenda, non avevo mai visto una lucertola così, sembrava finta per quanto era bella. Si è lasciata ammirare per una decina di secondi e poi è scappata. Ho iniziato a sorridere e la mia rabbia stava scivolando via, e questo grazie a lei.

Siamo entrati al secondo piano ed io, ancora un po’ inquieta, mi sono incamminata verso una finestra aperta e ho goduto di una bellissima visuale: un gatto nero sdraiato sull’erba, con due occhi giallissimi, quasi abbaglianti. A quel punto ho sentito una meravigliosa calma dentro di me e il sorriso mi ha accompagnata per tutto il resto della giornata. Ancora una volta gli animali hanno aiutato me.

Perdonami Petrarca se ho dato più importanza agli animali che alla cultura.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook