Il viaggio astrale ci avvicina alla nostra anima

donna alla finestraRieccomi a parlare di un argomento che mi piace molto e che, visti i commenti ed i pareri ricevuti, per i quali ringrazio, rappresenta una realtà affascinante anche per tanti altri. Nell’articolo precedente avevo raccontato la mia prima esperienza, oggi voglio raccontarti di un’altra avventura in quel mondo bellissimo, un’esperienza che per me è stata molto interessante..

In quell’occasione mi sono ritrovata in fondo al letto, in piedi e rivolta verso il comò. Come ho già detto in passato, non ho ancora trovato il coraggio di guardare il mio corpo mentre dorme, eppure questo episodio è stato molto interessante perchè non ho visto me stessa, ma un’altra donna. Lei era rivolta verso di me, ma alla mia sinistra, fuori dalla finestra.

Non saprei dire di che colore fossero i suoi occhi ma so che mi guardava e stava ferma lì, apparentemente tranquilla. Il bello è che sembrava ci fosse un buco nel muro all’altezza della finestra, senza vetro o altro tra me e lei. Appena ho ragionato sul fatto che la camera non si trova al pian terreno, ho pensato “come fa a stare sospesa là fuori?” Non ero del tutto consapevole di quello che stava succedendo e la paura mi ha riportato nel corpo. Un amico mi ha detto che probabilmente era una persona che come me cercava risposte nell’astrale ed è probabile che anche lei fosse spaventata quanto me. Ho vissuto con intensità sia questo episodio che altri dei quali parlerò in futuro e vorrei poter confrontare le mie esperienze con altre esperienze simili, per questo, se hai sperimentato qualcosa di simile, ti invito a lasciare un commento.

Ora però voglio raccontarti una cosa che mi ha fatto molto piacere. Nove mesi fa circa, via facebook ho fatto amicizia con un allevatore al quale, un giorno, ho chiesto “Tratti bene le tue mucche vero?” e lui mi ha risposto “Certo! sono tutte mie amanti e le tratto benissimo”. Qualche giorno dopo mi ha chiesto alcuni consigli per provare un viaggio astrale. Gli ho indicato un libro che avevo letto, Avventure Fuori dal Corpo di William Buhlman.

Qualche mese dopo mi ha scritto che era finalmente riuscito a fare la sua prima esperienza nell’astrale. Pazzesco quanto un messaggio riesca a trasmetterti la gioia di chi lo scrive! Era talmente euforico che, per contraccambiare, mi ha mandato il video di The secret chiedendomi se l’avessi già visto. E’ stato piacevole sapere del suo successo, anche perchè ho letto che le persone, dopo aver provato il viaggio astrale, non possono fare a meno di rispettare gli animali e le persone.

Ecco uno dei motivi per cui desidero con tutta me stessa che ognuno possa fare questo tipo di esperienza. Secondo me, mettendoci in contatto con altre dimensioni,  i viaggi astrali ci aiutano a comprendere che la vita non è solo ciò che vivamo quotidianamente ma molto, molto di più. Ognuno di noi ha un bagaglio che porterà con sé per sempre, per questo credo sia il caso di soffermarsi ogni tanto per ripulirlo, eliminando le cose superflue o distruttive ed in questo modo fare spazio a ciò che può farci evolvere.



2 pensieri su “Il viaggio astrale ci avvicina alla nostra anima

  1. Claudia

    Ciao mi interessa molto l’argomento dei viaggi astrali io ho provato qualche volta con una voce guida tramite cd ma non ci sono riuscita puoi darmi qualche consiglio?grazie

    Rispondi
    1. LauraLota Autore articolo

      ciao Claudia, consiglio sempre il libro Avventure Fuori dal Corpo di William Buhlman che è l’ultimo che ho letto, mentre tanti anni fa avevo letto un libro di Lobsang Rampa quando ho avuto la prma esperienza ma non ricordo il titolo. Comunque trovo che le tecniche siano utili ma le poche esperienze che ho avuto sono venute in modo spontaneo. Ti posto l’articolo che parla della mia prima esperienza nel caso non lo avessi ancora letto, ciao e grazie

      http://animalvibe.org/2012/04/il-mio-primo-viaggio-astrale/

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook