Riso con piselli e peperoni

Ho cercato qualche informazione sul pisello.. e non ridere! :-) e ho scoperto che le proteine del pisello, associate a quelle dei cereali, forniscono la quantità ottimale di aminoacidi. I piselli non contengono colesterolo, contengono invece i carboidrati, le vitamine A, B (tranne la B12), C, E,  le fibre e i sali minerali (come il ferro e il fosforo).. inoltre saziano molto e hanno poche calorie (80 kcal ogni 100g). Ottimi quindi per chi vuole dimagrire. Qualche giorno fa ho preparato una crema di piselli e ho scoperto che è buona anche fredda. Tornando al riso con peperoni, piselli e panna vegetale, la ricetta è questa..

 

 

 

Ingredienti

  • Riso
  • peperoni
  • piselli
  • sale e pepe
  • panna vegetale
  • curry
  • olio d’oliva
  • cipolla

 

Preparazione

  • Lava e taglia i peperoni e la cipolla
  • fai rosolare la cipolla nell’olio
  • aggiungi i peperoni, il sale e il pepe e lascia cuocere
  • lava i piselli secchi e falli cuocere in acqua leggermente salata
  • fai bollire il riso in abbondante acqua salata
  • quando il riso è al dente, scolalo
  • mescola il riso con i peperoni, i piselli, il curry e la panna.

Buon appetito… e non abbuffatevi :-)


 

fonte: Florablog



4 pensieri su “Riso con piselli e peperoni

  1. De Spin

    E’ proprio così! E questo discorso è valido per tutti i legumi. I legumi (fagioli, piselli, ceci, lenticchie ecc) associati con i carboidrati (riso, pasta ecc) forniscono le proteine a più alto valore nutritivo, in tutto e per tutto paragonabili a quelle fornite dalla carne.

    E’ incredibile come questa semplice e banale verità scientifica venga ignorata, addirittura negata, comunque non diffusa dai media, dagli studiosi di alimentazione, dai medici. E una vergogna pazzesca continuare a far credere alle masse che la carne sia, magari in piccola parte, necessaria al sostentamento dell’essere umano.

    Vedo pubblicizzata una infinità di diete dimagranti, e nessuno che dica semplicemente che eliminando gli alimenti di origine animale non c’è più bisogno di fare nessuna dieta. Le mie colleghe infermiere quando l’argomento cade sulla mia alimentazione sgranano gli occhi. Infermiere professionali olandesi (quindi di altissimo livello di preparazione professionale, e posso testimoniarlo), che si imbattono per la prima volta con queste informazioni. Ed il loro commento è quasi sempre di meravigliata ammirazione. D’istinto dicono: questo è molto salutare, questo previene moltissime malattie. Ecco perchè dimostri almeno 10 anni in meno! Si vede che sei…pulito…

    Naturalmente io spiego sempre che la mia non è affatto una dieta, che il focus non è il mio benessere e la mia salute fisica. Queste sono solo piacevoli conseguenze. Piuttosto rimando a loro la domanda: ma come fate voi piuttosto a mangiare cadaveri di animali torturati ed uccisi? Come fate a bere il latte delle mucche, voi che siete mamme e sapete bene come il latte viene prodotto, e per quale scopo.

    Il tutto, naturalmente e purtroppo, va a sbattere sempre contro lo stesso muro. Il muro dell’ignavia e dell’apatia. Il muro di non voler guardare finalmente le cose con i propri occhi. Il muro della stupidità e della crudeltà. L’alzata di spalle, il sorrisino di circostanza, e poi via ad ingozzarsi di yoghurt “magro”, burro “light”, formaggio di Gouda (siamo in Olanda), aringhe (siamo a Scheveningen, famosa località di pescatori), e qualche salume ogni tanto “senza esagerare”.

    Poi si lamentano, e scusate il termine, dei loro culoni deformi a 30 anni.

    Rispondi
  2. LauraLota Autore articolo

    ciao caro, che bello rivederti :-)) anch’io tante volte mi chiedo come facciano le mamme ad ignorare tutto questo se vogliono bene ai loro figli, ora ci sono talmente tante informazioni, video (anche brevi) e non riesco a capire l’indifferenza verso tutto questo, davvero non capisco il perchè.. io non ho figli ma cerco di pulire il mondo anche per i figli di altre persone che invece dei loro figli non si interessano veramente. Per fare un esempio, ieri su google + ho letto un commento di un uomo che negava il discorso dell’inquinamento legato agli allevamenti intensivi, allora l’ho invitato a guardare questo video, sottolineando che dura poco più di 2 minuti, ecco il video:

    http://www.youtube.com/watch?v=XVtJ1l9ZRPU

    lui ha risposto ignorando il video ed io gli ho chiesto “hai visto il video?”.. sai cosa mi ha risposto? … “Non l’ho visto e non importa”. Pazzesco!! 2 minuti del suo tempo non è riuscito a trovarli.. credo che ad alcune persone faccia comodo mangiare gli animali (che poi in realtà la carne da sola non ha un gran gusto, sono le spezie e i condimenti a darglielo) e cercano continue giustificazioni, credo anche che in realtà, se non amano gli animali, non possono amare nemmeno se stesse. Comprendo chi non ha le informazioni e la consapevolezza, ma chi continua a far finta di niente no, non comprendo proprio.

    Un’altra cosa che mi stupisce è vedere quando vado a fare la spesa lo stupore dei commessi appena chiedo loro un’info sul burro vegetale o sul seitan o cose simili, sembrano cadere dalle nuvole.. qualche giorno fa sono andata in un negozio tipo “Acqua e sapone”, cercavo una matita per gli occhi e ho chiesto alla commessa se hanno cosmetici cruelty free, era stupita ma la cosa bella è che si è interessata, ha coinvolto anche la sua collega e mi ha invitato a tornare dicendomi che si sarebbe informata, ecco cosa bisogna fare secondo me, andare nei negozi dove sappiamo che non hanno certi prodotti e fargli venire la voglia di informarsi. La commessa mi sembrava la titolare del negozio, era molto attenta, secondo me ha capito che se vuole evitare di chiudere bottega, è meglio che si adatti alle sempre maggiori esigenze di persone come noi, e siamo ogni giorno di più.

    A proposito di obesità, ultimamente faccio caso anche a quello, le persone più obese di solito sono quelle che non hanno animali e che li mangiano. Per gli animali mi sono inventata un giochino: essendo soddisfatta (lo ammetto) del mio corpo soprattutto da quando non mangio più gli animali, mentre cammino, quando vedo una donna grassottella se sono sola a volte faccio finta di parlare al cell e se sono in compagnia mi invento un discorso tipo “..Sai, da quando non mangio più la carne sono dimagrita e soprattutto sgonfiata”.. ed è la verità. Non so se questo può servire, io credo di si, con qualcuno si :-) Ti abbraccio

    Rispondi
  3. De Spin

    Bellissima la tua invenzione del cellulare!

    L’altro giorno ero in un grande magazzino in centro a Den Haag, dove hanno anche una rinomata pasticceria. Ho chiesto quali fossero gli ingredienti dei prodotti da forno esposti, perchè qui a quanto pare non è obbligatorio metterli in evidenza. I commessi si sono immediatamente innervositi. Quando poi ho spiegato loro i motivi delle mie domande, sono diventati metallici e quasi aggressivi. Se avessero potuto sbattermi fuori a calci lo avrebbero fatto volentieri.

    Tra parentesi una di queste commesse era una grassona che avrà avuto si e no 25 anni e faceva davvero pena.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook