Seitan con la stessa, identica, consistenza della carne

Ho fatto un esperimento e il risultato è stato ottimo! Ho preparato il seitan usando la farina manitoba e quella di castagne. L’ho mangiato con i funghi ed una semplice insalata verde condita con sale, olio d’oliva e salsa Boch. Non avevo mai mangiato uno spezzatino così buono, sano e con una consistenza davvero bellissima, indistinguibile dalla carne…. e lo dico con una mano sul cuore e l’altra sulla panza piena :-)

 

Ingredienti

  • 700 g di farina manitoba
  • 300 g di farina di castagne
  • acqua
  • sale
  • salsa di soia
  • olio d’oliva
  • aglio
  • funghi

 

Preparazione

  • Il giorno prima metti in una terrina grande la farina manitoba e 550 cc di acqua
  • impasta un pò e aggiungi la farina di castagne e un pò di sale
  • trasferisci l’impasto su un piano di lavoro e mescola ancora qualche minuto
  • se è troppo asciutto, aggiungi altra acqua
  • quando il composto è morbido e non appiccicaticcio, fai una palla e lasciala immersa in acqua tutta la notte
  • metti l’impasto in un colapasta e sciacqualo sotto l’acqua (avendolo lasciato immerso tante ore, basteranno pochi minuti)
  • con le mani rompi l’impasto e fanne tanti pezzi a forma di spezzatino
  • mettili in pentola con dell’acqua e fai cuocere per circa 30 minuti (ho usato la pentola a pressione, altrimenti ci vogliono circa 45 minuti)
  • Spegni il fuoco e lascialo intiepidire
  • mettilo su un tagliere e dai nuovamente all’impasto la forma di spezzatino
  • metti lo spezzatino di seitan in un contenitore ermetico, immerso in acqua, salsa di soia e sale
  • mettilo in frigo qualche ora, in questo modo si insaporisce
  • quando è il momento di cucinare, in una padella fai rosolare l’aglio nell’olio d’oliva
  • aggiungi i funghi (surgelati se preferisci)
  • dopo qualche minuto aggiungi i bocconcini di seitan e mescola
  • regola il sale, aggiungi un pò di salsa di soia e quando si asciuga aggiungi acqua
  • lascia cuocere e….. fammi sapere se anche a te è venuto con la stessa consistenza di uno spezzatino di carne  :-)

 




2 pensieri su “Seitan con la stessa, identica, consistenza della carne

  1. LauraEleonora Autore articolo

    Ciao, ho provato la ricetta e ora mi chiedo se lo hai fatto anche tu.. Praticamente di 1,5 kg di impasto sono rimasti sì e no 100 gr di glutine! Ed ho usato una ottima farina che normalmente mi da un’ottima resa! Ho chiesto ad un mio amico che è il migliore chef vegetariano d’Italia e lui mi ha detto che con quella percentuale di farina di castagne (tutto amido) dovevo aspettarmi una resa inferiore, inoltre proprio tutto quell’amido può avere impedito la formazione della maglia glutinica e ovviamente rimanendo “slegato” il glutine è scivolato via con il lavaggio. Ho perso tempo e soldi e fatica per niente. Grazie

    Rispondi
  2. LauraLaura Autore articolo

    Ciao Eleonora, è successo anche a me una volta di perdere tutto l’impasto nel lavandino ma non mi sono scoraggiata e ci ho riprovato.. e sono felice perché da allora il seitan lo preparo sempre a casa. Con l’esperienza ho capito che dipende dalla farina. Tu hai usato la manitoba o un’altra farina?

    Per preparare il seitan serve la farina Manitoba (oppure un’altra farina ricca di glutine).
    Con la manitoba non ho mai avuto questo problema e mi spiace sia successo a te. Se ti va di riprovarci, prova senza farina di castagne ma con la farina manitoba.

    qui trovi la ricetta per fare il seitan senza la farina di castagne:
    http://animalvibe.org/2012/09/pasta-al-ragu-di-seitan/

    e ti suggerisco, se ti va, di provare gli straccetti di seitan con verdure, li ho appena fatti, noi e tutte le persone che li hanno provati hanno detto che sono speciali. Per fare gli straccetti è meglio mettere l’impasto in un canovaccio e legarlo ai bordi prima di metterlo in pentola, poi quando è cotto si taglia a striscette per fare gli straccetti. Anche il cagnetto li adora!
    http://animalvibe.org/2013/10/straccetti-seitan-verdure/
    Ciao!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook