Gli extraterrestri sono in mezzo a noi

extraterrestriCi siamo lasciati condizionare per molto tempo (e ancora continuiamo a farlo, visto che siamo continuamente in contatto con gli altri e con i mezzi di comunicazione), quindi siamo stati abituati a credere a determinate cose che poi in qualche modo sono diventate “nostre”. Allora mi sono chiesta: “Può essere che anche ll credere che gli extraterrestri sono del tutto extra sia in realtà un condizionamento? Secondo me gli extraterrestri non sono persone che vivono su altri pianeti, ma persone che vivono sulla terra e che sono in contatto continuo, o quasi, con altre dimensioni, anche quando sono sveglie. Per me gli extraterrestri sono quelle persone che, arrivate ad una certa età, si rendono conto che in quasi ogni situazione che hanno vissuto e con quasi tutte le persone con le quali hanno interagito, si sono sentite molto al di fuori.

Credo siano persone che sono qui e nello stesso tempo in contatto con altri mondi, credo anche che siano tanti questi mondi. Per esempio, le persone che hanno a cuore i bambini e che se ne occupano, sono collegate alla dimensione “Bambini”, per questo si sentono più lanciate nello scrivere, parlare e fare per i bambini. Le persone che invece si occupano degli animali sono quelle collegate alla dimensione “Animali”. Credo inoltre che il mondo “Animali” comprenda altre dimensioni interne: il mondo “Gatto”, il mondo “Cane”, il mondo “Coniglio”, il mondo “Maiale”. Basta pensare alle persone che si occupano prevalentemente dei cani, o dei gatti o di ogni altro animale, alcune invece, che si occupano di tutti gli animali, sono quelle collegate alla dimensione madre, il mondo “Animali”. C’è anche il mondo “Uomo” al quale sono costantemente connessi gli individui che si occupano sinceramente di crescita personale e spirituale, ma ci sono anche quelli collegati al mondo “Ambiente” che comprende il mondo “Natura”, il mondo “Alberi”, il mondo “Fiori”, il mondo “Pietre”.. Anche il mondo “Bambini” racchiude più dimensioni: il mondo “Bambini disabili”, il mondo “Bambini appena nati”, “Bambini maltrattati”, e così via..

So che è un concetto strano ed anche suscettibile alle polemiche, ma non è detto che non sia così, potrebbe essere una possibilità. Mi rendo conto che può sembrare fantascientifico quello che sto scrivendo, come potrebbe esserlo per un bambino scoprire che Babbo Natale non esiste, tutto questo forse è utopistico, o addirittura assurdo, ma è anche vero che ogni cosa che l’uomo può pensare è anche potenzialmente realizzabile. Siamo talmente persuasi e a volte anche plagiati dal pensiero altrui che è difficile credere a qualcosa di nuovo, io invece credo che dove può esserci la fantasia può esserci anche la realtà. Sono convinta che potremmo avere anche la capacità di curarci autonomamente anche nei casi più gravi se sapessimo come fare, sono molti infatti a dire che sfruttiamo solo una minima parte della nostra intelligenza.

Ci hanno abituati a credere che gli extraterrestri sono esseri con le braccia lunghe, la testa grande e la pelle grigia o verde, degli esseri inumani insomma, in realtà io li ho visti solo in televisione, tu li hai mai visti? Non voglio mettere in dubbio che ci possano essere degli extraterrestri fatti in quel modo, anche perché se qualcuno li ha pensati così, significa che “può essere”, o forse sono esseri che appartengono ad una dimensione ancora più lontana dalla nostra, non intendo lontana in senso di spazio fisico ma in senso animico, forse sono così differenti da noi perché hanno scopi ancora più elevati, e se ci sono loro accanto a noi, sicuramente deve o dovrà esserci una qualche interazione, altrimenti non saremmo tutti qui nella dimensione “Vita”.

I dischi volanti e oggetti simili che qualcuno vede nel cielo, potrebbero essere degli ammassi di forme-pensiero, cioè pensieri che hanno preso forma e che qualcuno è in grado di vedere.

extraterrestri_con_noiGli extraterrestri credo siano in mezzo a noi, e secondo me sono anche tanti. Sono quelle persone che danno agli altri tutto quello che possono e insegnano ad altri a fare lo stesso, mi riferisco a quelle persone che lo fanno non solo per fama o per denaro ma perché sentono che la loro missione è contribuire a migliorare la vita di tutti, io credo di conoscerne qualcuno. E credo siano persone che già da piccole non comprendevano certi atteggiamenti da parte dei compagni di scuola, come la tendenza a ridere di qualcuno o a schierarsi nelle piccole bataglie dalla parte del più “forte”, che di solito è la più numerosa.

Un microbo non riesce a vedere noi umani perché siamo molto grandi rispetto a lui, quindi neppure noi possiamo vedere oltre un certo spazio fisico. Ma non credo si tratti solo di spazio fisico, credo che stiamo vivendo in dimensioni interne ad altre dimensioni, ma tutte in un unica enorme dimensione. Il fatto che non possiamo vedere più in là non significa che il contenuto presente nel “più in là” non esista. Credo che gli extraterrestri che vivono in mezzo a noi siano persone disobbedienti, quelle che non riescono ad accettare di tenere alcuni atteggiamenti, perché per loro sono inutili, falsi e dannosi.



2 pensieri su “Gli extraterrestri sono in mezzo a noi

  1. LauraSerena Autore articolo

    Molto interessante il tuo punto di vista, quasi simile al mio.
    Mi è capitato però in passato, forse più di un anno fa, di vivere per vari mesi con questo tipo di consapevolezza. La consapevolezza che esistano altre dimensioni che permeano nello stesso tempo quella in cui ogni altro essere vive. Forse la differenza sta nella scelta, una scelta più o meno conscia.
    Certo, a volte mi chiedo: “ma se avessi guardato meno films di fantascienza, sarei mai arrivata a pensare a certe cose?” :D
    In effetti sono una persona riflessiva, naturalmente incline a curiosare, ma le informazioni più interessanti, arrivano quasi per caso, come se sono loro a voler cercare me..
    Proprio qualche giorno fa, dopo un lungo periodo in cui ho dovuto necessariamente concentrarmi su altri aspetti della vita, mi sono ricordata di quanto fossi felice, in quel periodo, durante quei mesi di consapevolezza, dove dicevo a me stessa continuamente e con grande serenità “è davvero tutta un illusione, la scelta è sempre e solo nostra, il tempo non esiste, ecc ecc”..
    Dunque una dimensione per ogni persona, anzi per ogni essere vivente.. e sta a noi la scelta..
    E’ un argomento che mi piacerebbe approfondire e riappropriarmi della vecchia consapevolezza perduta, che mi faceva essere d’aiuto a tantissime persone, in quanto ciò che vivevano era solo la scelta illusoria e inconsapevole di una dimensione ..
    Interessanti le tue conclusioni.
    Se leggi la mia mail, puoi scrivermi in privato se ti va, potremmo confrontarci.
    In ogni caso complimenti per il tuo articolo !

    Serena :)

    Rispondi
    1. LauraLaura Autore articolo

      Ciao Serena :-) Grazie del commento, bellissimo e ricco. Si, mi fa piacere confrontarmi, poi se si tratta di persone così profonde sono ancora più felice. Mi ha stupito il tuo commento perché avevo la sensazione che questo articolo non fosse stato compreso, anzi di non essere stata capace di trasmettere quello che provavo. E invece tu sei qui :-) Grazie e..
      a presto!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook