Le lacrime della mucca bruciano come le mie

mucca_piange_veganLunedì mattina, giornata un po’ grigia, lo stesso colore del mio umore dopo aver incontrato di nuovo nel web questa fotografia, l’immagine di una mucca che piange, e le sue lacrime di certo non bruciano meno delle mie. Le hanno sottratto il vitellino e già sa che non lo vedrà mai più. Ora lui è lì, con una catena al collo, in un angolo freddo lontano dal tepore della mamma. Non può più bere il suo latte, che gli apparteneva di diritto, perché quegli uomini, che lo hanno portato via con la forza ignorando il suo pianto e il suo dolore, vivono sfruttando la sua vita e quella dei suoi simili, sono cannibali che hanno scelto di vivere facendo di altri esseri carneficina.

Venderanno il latte ad altri complici che lo compreranno, senza mai neppure lontanamente pensare “di chi” e “per chi” era quel latte, trasformato anche in burro, panna, formaggi ed altri prodotti. La mucca passerà la sua vita ad essere stuprata e derubata delle sue creature, una dopo l’altra sempre lo stesso triste e penoso rituale.

I vitellini continueranno a piangere senza aver alcuno che li consoli e asciughi le loro lacrime, del latte che il più delle volte neppure gli è stato concesso di assaggiare non potranno neppure avere il ricordo, ma soltanto tanta nostalgia per la mancanza di tutto, ma ancora con nelle orecchie l’eco dell’urlo straziante della mamma, alla quale senza pietà è stato rubato.

Io non sono mamma, ma sono figlia di una mamma anch’io.. e non sono riuscita a non piangere guardando l’amore che c’è in questo video.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook