Mamme e papà occhio alla pubblicità!

mamme_papà_pellicce_bambiniGli inserti in pelliccia non risparmiano neppure la salute dei bambini, infatti in giubbotti, giacche e piumini della linea per i piccoli dai 18 mesi ai 12 anni, dagli esami di laboratorio è emerso qualcosa a dir poco inquietante, tanto che il presidente della Lav ha ritenuto di dover chiedere l’intervento immediato del ministero della Sanità e dei NAS. Sono stati scelti a caso cinque capi di abbigliamento per bambini con inserti in pelliccia, di marche note e diffuse tra i negozi di Milano, Monza, Roma e via web.

I risultati usciti dal laboratorio Buzzi di Prato sono stati a dir poco sconcertanti, tutti i capi esaminati di tutte le marche coinvolte hanno rivelato un alto grado di tossicità, concentrazioni di cromo, di alluminio, di formaldeide o di pentaclorofenolo, tanto che Alessandro Spaldoni, medico dell’istituto per la certificazione ambientale (Icea) ha commentato l’esito così “.. è come se si desse ai propri bambini un cucchiaino di veleno” e molti di questi veleni sono possibili agenti cancerogeni. Il mio augurio è che ognuno abbia il buon senso di bandire le pellicce di animali e tutti i loro inserti possibili.

Ognuno deve vivere nella propria pelle e non in quella di altri, perché se all’uomo servisse la pelliccia l’avrebbe avuta in dotazione naturale già alla nascita, se così non è stato è perché non ne ha bisogno. Nel mondo di oggi dove l’etica è messa da parte per lasciare il passo a lucrosi guadagni, non ci si fa scrupoli neppure di fronte alla salute dei più piccoli. Mamme e papà, tenete gli occhi bene aperti soprattutto sulla pubblicità che, per sua stessa natura, dice solo ciò che fa comodo all’azienda!

Fonte: corriere.it



2 pensieri su “Mamme e papà occhio alla pubblicità!

  1. icynoseicynose

    Al di la dell’ideologia vegan o non vegan, credo che la società degli ultimi vent’anni abbia mancato in questo genere di cose. Tutto è diventato plausibile, in nome del denaro. Il denaro è il jolly che giustifica qualunque azzardo. Tra carne di cavallo, coloranti velenosi, mattanze autorizzate sia di animali che di persone, trasmissioni come il grande fratello che insegnano a fregare i compagni di avventura per arrivare primi e cosiddetti medici di famiglia che gestiscono i pazienti in base al plusvalore che ne ottengono, mi pare che stiamo correndo verso un limite, raggiunto il quale avremo otterremo il premio meritato: il disastro globale, nel segno della globalizzazione!

    Rispondi
    1. LauraLota Autore articolo

      Il mio augurio è che i nuovi genitori smettano di ragionare con la testa dei loro stessi genitori o di altre persone che frequentano e che inizino ad ascoltare anche il cuore prima di insegnare cose ai bambini. Questo non solo per il bene di tutti ma per il bene stesso dei propri figli. Credo non sia facile fare i genitori, specialmente quando le paure portano loro a chiudere gli occhi e a limitarsi a sopravvivere guardando programmi come il Grande Bordello, ehm volevo dire Il Grande Fratello :-) Che bello vederti qui, grazie ♥

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook