Farmaci rumeni fuorilegge in alcuni allevamenti di Viterbo

latte_antibioticiI Carabinieri del NAS di Viterbo hanno sequestrato 5 tonnellate di latte crudo, 73 capi di bovini e una grande quantità di farmaci e antibiotici fuorilegge. I medicinali tossici, di provenienza romena, venivano somministrati agli ovini con grave pericolo sia per gli animali, che per gli alimenti che ne sarebbero derivati, dunque per la stessa salute umana.

Le strutture visitate sono state due, la prima situata alle porte di Viterbo e la seconda un’azienda agricola dei Cimini. Tra le realtà contestate muffa e ruggine, oltre alle pessime condizioni d’igiene ed ai farmaci proibiti. Anche oggi, dunque abbiamo avuto la nostra dimostrazione, divenuta ormai  un fatto quotidiano.

In fondo, sembra che tutto questo stia accadendo per dissuadere le persone e convincerle che cibarsi di carne e derivati animali ormai è diventato nocivo per la salute, se non viene addirittura reso rischioso dalle manipolazioni tossiche ed illegali cui vengono sottoposti gli animali negli allevamenti, sottomessi ad un incremento del guadagno di allevatori senza scrupoli che non si preoccupano di provocarne la morte causando inoltre la perdita della salute per così tante persone, intaccata irreparabilmente dal consumo di carne, latte e formaggi, sempre più alterati.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook