La pelle non è un sottoprodotto

pelle_non_è_sottoprodottoAlcune persone pensano che la pelle sia un sottoprodotto, quindi utilizzano scarpe in cuoio e indumenti in pelle convinti che l’animale era già morto e quindi non c’è nulla di male, anzi sarebbe uno spreco non utilizzarli. In realtà non è così, non in Italia ma in altri paesi ci sono aziende che uccidono animali solo per la produzione di pelle, dunque mangiare vegetali per non fare del male agli animali e comprare una giacca in pelle non ha molto senso.

La Dott.ssa Marina Berati sostiene che il passo da fare è uno solo, passare da onnivori a vegani, con l’alimentazione vegan si salvano gli animali, si salva l’ambiente e si salva la nostra salute. Lei non ama le etichette, non conta definirsi vegani, vegetariani, animalisti o in altri modi, conta quello che si fa.

Togliendo gli sprechi dovuti alla produzione di carne, pesce, uova e latticini e adottando un’alimentazione a base di vegetali, ci sarebbero risorse moltiplicate per 15 volte (visto che per produrre 1 kg di carne sono necessari 15 kg di vegetali). Se ci nutrissimo tutti con un’alimentazione vegana cesserebbe di esistere la fame nel mondo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook