L’uomo più coraggioso del mondo

Gary_YourofskyMi piace tantissimo quest’uomo, ha il coraggio che ognuno di noi dovrebbe avere di dire esattamente e onestamente quello che pensa. Gary Yourofsky, che io considero l’uomo più coraggioso del mondo, invita i vegani ad essere onesti. Alcune persone che hanno scelto il veganismo infatti non amano usare il termine “vegan” perché ha il sapore di etichetta, eppure “Vegan” è l’unica parola che racchiude in sé il rispetto per ogni forma di vita. E’ vero che è un’etichetta, come lo è la parola “vegetariano” oppure “milanista” o “ambientalista” o “diabetico”, la mente umana ragiona per etichette, il punto è che le etichette che danno più fastidio sono quelle che ci toccano interiormente, per esempio una persona che si definisce vegetariana non viene quasi mai messa in discussione, un vegano invece si.

Gary ci invita a non limitarci ad usare frasi tipo “seguo un’alimentazione a base vegetale”, meglio usare termini forti che mostrano un reale intento di liberare gli animali dalla schiavitù in cui stanno vivendo.

Quando dici che ti stai attivando per la liberazione animale, non tutti sono pronti ad ascoltare il messaggio, per esempio giorni fa ho pubblicato un post in cui spiego che bisognerebbe eliminare la parola “carne” da ogni libro e sito di ricette.. e mi sono stupita nello scoprire che alcuni vegani considerano certe affermazioni una forma di chiusura. Anch’io vorrei ci fosse più onestà, se davvero vuoi che i macelli vengano chiusi per sempre, perché non dovresti volere vedere sparire la carne come ingrediente di una ricetta? Mi pare un discorso poco onesto quello di chi vede chiusura nell’esternare la voglia di vedere gli animali liberi, specialmente se il discorso viene fatto da un vegano. Insomma o sei per la liberazione animale oppure non lo sei. Se pensi che ci sia chiusura nel voler vedere gli animali fuori da un menù, allora forse consideri chiuso anche l’atteggiamento dell’ALF (Animal Liberation Front). Io invece credo che non ci sia un atteggiamento più aperto di quello degli attivisti dell’ALF, sono persone che si attivano ogni giorno per fare quello che tutti dovremmo fare: liberare i prigionieri.

Il veganismo è il modo più etico di vivere, è la scelta di quelle persone che non vogliono fare del male a nessuno e ancor meno a chi non ne ha mai fatto a loro.

Gary ci esorta a parlare con le persone spiegando la violenza che subiscono gli animali ogni giorno, ci invita a non avere paura di dire la verità e quando ci assale il timore di non essere compresi ci invita a pensare agli animali e alle loro atroci sofferenze. Non possiamo stare zitti e fare finta di niente e non ricordare alle persone che chi mangia carne (e tutti gli altri prodotti animali) sta mangiando animali ammazzati! E’ nostro compito ricordarlo, come altre persone hanno fatto con noi tempo fa.

Gary Yourofsky_grande_veganAvvincente il suo discorso sulla violenza, lui dice che nessuno in realtà è contrario alla violenza. Durante una sua conferenza ha chiesto al pubblico se ci fosse qualcuno contrario al fatto che gli alleati andarono ad Auschwitz per salvare gli ebrei uccidendo i nazisti… e nessuno si è mostrato sfavorevole, questo dimostra che nessuno è contro la violenza, quello che conta è il motivo della violenza, se questa viene fatta per salvare gli animali alcuni la disapprovano in quanto non danno il giusto valore alla vita degli animali.

Gli attivisti dell’ALF e tutti gli individui che combattono per liberare gli animali a volte vengono considerati violenti.. e invece chi si trova all’interno di un macello con un coltello in mano mentre sta sgozzando un animale cos’è, pacifico forse? C’è un’enorme differenza tra l’atto di liberazione e l’atto di sgozzamento, ma ognuno faccia le sue riflessioni su ciò che intende per violenza.

Il pacifismo secondo Gary non porta a nulla, non impedisce che avvengano gli abusi e le torture, ci vuole violenza per liberare gli animali, ci vuole una vera rivoluzione.

Mi ha fatto riflettere sul famoso detto “Violenza produce violenza”, in effetti non è proprio così, la violenza sui nazisti ha fermato quella violenza. I produttori di pellicce, i vivisettori, i macellai, gli allevatori, i pescatori, i cacciatori e i gestori dei circhi, degli zoo e tutti i mangiatori di carne, tutte queste persone non possono condannare la violenza degli attivisti visto che sono i primi a praticarla o a fare da mandanti attraverso i loro acquisti in macelleria o al supermercato. Gary ci ricorda che chi mangia carne è violento, come si può negare questa affermazione? Sicuramente è difficile ammetterlo, ma è così.

Ci spiega che quando qualcuno ci dice che gli animali non hanno la nostra stessa intelligenza, non dobbiamo avere paura di rispondergli che con quella frase ha appena dimostrato che gli umani non hanno intelligenza. Gli animali urlano per il dolore, esattamente come noi.

Gary tempo fa disse che le persone che indossano una pelliccia dovrebbero essere stuprate, per capire il motivo di questa affermazione dovresti sapere che le volpi vengono uccise nell’industria delle pellicce attraverso l’elettrocuzione anale, significa che folgorano l’animale piantandogli un’asta nell’ano. Ai cincilla invece le cose vanno diversamente, a loro spetta l’elettrocuzione vaginale.

I nostri genitori ci hanno insegnato che bisogna mangiare la carne ma sono menzogne che a loro stessi sono state dette dai loro genitori e cosi via… poi la pubblicità ha continuato, insieme alla religione, a fare la sua non-compassionevole parte e noi con il tempo ci siamo riempiti di convinzioni assurde e crudeli. Per fortuna ci sono persone come Gary che non conoscono la disonestà e nemmeno la paura di spiegare a chi incontra quanto sia sbagliato ed immorale il modo in cui mangiamo e che tramandiamo ai nostri figli. Purtroppo mamma e papà, non conoscendo il significato della parola etica, ci hanno detto un mare di fesserie e ammiro quei genitori che hanno il coraggio di ammetterlo e diventare vegetariani, o vegani, seguendo l’esempio del proprio figlio.

A proposito di famiglia, Gary Yourofsky in questo video non parla molto bene dei suoi familiari, hanno addirittura smesso di parlargli perché ha a cuore gli animali. Lo trovo pazzesco! Ascoltate l’intervista fatta a questo grande attivista su Veggie Channel, ascoltatela tutta fino alla fine, è molto intensa! 

“Quando violi il diritto di libertà di qualcun altro, io credo che tu perda il tuo diritto di essere trattato con correttezza, libertà e uguaglianza”. [Gary Yourofsky]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook