Il risveglio del macellaio

risveglio del macellaioHo intitolato l’articolo “Il risveglio del macellaio” perché la parte di questo video che più mi è piaciuta è la storia di quest’uomo che dall’oggi al domani ha deciso di smettere di fare quel lavoro. Il video tratta gli effetti del consumo di carne non solo sulla nostra salute ma anche su quella del pianeta, senza trascurare i metodi crudeli utilizzati negli allevamenti, sia che siano biologici o meno. Riporta anche interviste e contributi di scienziati, medici ed esperti di alimentazione.

Uno degli autori spiega che le persone diventano sempre più grasse e che secondo le stime dell’OMS ci sono 1,7 miliardi di persone in sovrappeso. Questo è causa di molte malattie tra cui il diabete, infatti sono 285.000.000 le persone diabetiche. Questi dati risalgono a più di un anno fa, quindi ora sono sicuramente di più. L’alimentazione carnea è anche causa di gotta, tumore allo stomaco, al colon, all’intestino retto, demenza e morbo di Alzheimer. In Argentina e in Uruguay c’è un’elevatissimo consumo di carne bovina ed è stato dimostrato che in questi due paesi vi è il più alto tasso di tumori al seno e all’intestino.

Il Dott. Hubert Weiger, presidente della Lega nazionale tedesca per la tutela dell’ambiente e la protezione degli animali, propose di evidenziare sulle confezioni il modo in cui gli animali vengono allevati e uccisi. Weiger è convinto (lo sono anch’io) che se sulla confezione ci fosse l’immagine della realtà in cui vive l’animale prima di arrivare nel nostro piatto, sicuramente molti smetterebbero di mangiare la carne.

E’ molto interessante la testimonianza di un ex macellaio: un giorno durante il lavoro ha visto una lacrima in un vitellino e da quel momento ha smesso di massacrare gli animali, è andato dal capo, gli ha messo in mano l’attrezzo per uccidere e gli ha chiesto di inviargli le carte per posta. Non è più riuscito a tornare in quel luogo.


La carne è importante per la vita del macellaio“, è una frase che condivido totalmente.

Non credo inoltre possa esserci risveglio, quel risveglio a cui molti ambiscono, se la nostra coscienza non riesce a fare il ragionamento più semplice del mondo, cioè accorgersi che ogni vita ha valore.

Uno degli autori parla anche della legge di causa ed effetto, legge naturale alla quale nessuno di noi può sottrarsi, sia che ci crediamo oppure no. Un prodotto nato da tanta sofferenza non può che essere dannoso e se lo ingeriamo non possiamo aspettarci che a noi le cose andranno sempre bene perché tutto torna indietro, alcuni la chiamano legge del karma. Forse già solo per questo è il caso di smettere di contribuire al dolore di altri esseri innocenti.

Tornando all’ex macellaio, ora è felice di non fare più quel lavoro, sta bene fisicamente e di notte può dormire sonni tranquilli. Questo per me è il beneficio più grande che può provare chi sceglie un’alimentazione senza crudeltà.

Ringrazio gli autori del video.



2 pensieri su “Il risveglio del macellaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook