Meringhe vegane

Meringhe veganeSapere di poter fare le meringhe vegane è davvero stupendo, si preparano in pochi minuti e il sapore e la consistenza sono sorprendentemente simili alle meringhe fatte con le uova. Dopo la cottura non sanno per niente di ceci, sono croccanti, asciutte e buone, oltre ad essere meno nauseanti. Per me questa è una notizia che merita di essere diffusa il più possibile, quindi condividete, pubblicate la ricetta sul vostro blog e sui social network! Spargiamo la voce, perché questa invenzione è davvero grandiosa!

Avevo letto la ricetta poco tempo fa su alcuni blog ma non credevo venissero davvero simili alle meringhe tradizionali. E invece si, sono ottime. Ho usato l’acqua dei ceci in lattina e domani proverò a farle con l’acqua dei ceci secchi e cotti, sicuramente più salutari.

meringhe veganNon ho ancora provato ma pare si possano fare anche con il cacao, la curcuma, la vaniglia ed altro. Sono davvero molto contenta. Amici vegani e non vegani, provate e poi diffondete!

Ringrazio il francese Joël Roessel che ha inventato le meringhe vegane.

 

Ingredienti per le meringhe vegane

  • 150 cc di acqua di cottura dei ceci a temperatura ambiente (ho usato quella dei ceci in lattina)
  • 160 g di zucchero a velo (si può usare anche quello di canna)
  • 1 cucchiaino di succo di limone.

Preparazione

  • Metti l’acqua dei ceci in un contenitore alto e stretto e frulla con la frusta elettrica per un paio di minuti. Potrebbero volercene anche cinque
  • frulla lo zucchero. (Ho usato un macina caffè)
  • aggiungi lo zucchero a velo e il limone
  • frulla ancora per qualche minuto
  • con un cucchiaio o con una sac à poche forma le meringhe su una teglia foderata con carta forno
  • metti in forno ventilato portato a 100° e fai cuocere per circa 90 minuti. Se le fai più piccole, forse basta un’ora altrimenti rischi di bruciarle.

 

fonte: vegolosi.it



Un pensiero su “Meringhe vegane

  1. LauraLaura Autore articolo

    Ho fatto le meringhe con l’acqua di cottura dei ceci secchi ma il risultato è stato differente, il sapore è ancora più buono ma bisogna mangiarle entro poche ora altrimenti diventano troppo molli, a meno che le si tenga in un luogo molto asciutto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook