L’uomo è poco interessato a ciò che succede agli animali

cavalliPurtroppo l’uomo si interessa poco alla sofferenza che il mercato della carne infligge agli animali, fino a quando non vengono intaccati i propri interessi. Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, rivela che la cosa più grave è che ci accorgiamo di quanto siano deprecabili le condizioni in cui gli animali vengono tenuti e trasportati al macello (da veicoli inadatti e ancor peggio da personale brutale e di pochi scrupoli) soltanto quando a nostra volta veniamo coinvolti nel subire frodi alimentari.

Altrimenti ben poco siamo interessati alle immagini di maltrattamenti diffuse dai media ai danni dei cavalli in Argentina, Messico, Canada, Stati Uniti e nell’Europa dell’est, teatro di tanta crudeltà, dove non c’è nessuna pietà verso queste creature senzienti.

Per tale motivo, vista la carenza di controlli e le continue proteste delle associazioni non governative che denunciano lo scandalo permanente della carne d’importazione e delle condizioni di sofferenza a cui vengono sottoposti gli animali, esiste lo “Sportello dei diritti” tramite il quale viene chiesto a gran voce che l’Italia e l’Europa intervengano al più presto per sanare e supplire alle norme mancanti o non rispettate in questo delicato contesto.

Fonte: napolitoday.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook