In Romania continua il massacro dei cani randagi

cani_randagi_romaniaIn Romania continuano i rastrellamenti dei cani randagi e la loro soppressione, al vile scopo di ripulire le strade della località in previsione della stagione turistica. Il sindaco Cristian Radu ha autorizzato questo massacro, incurante delle proteste della Federazione romena per la protezione degli animali e disattendendo la legge europea entrata in vigore nel 2007 che fa riferimento all’articolo 13 del Trattato di Lisbona, dove gli animali sono stati riconosciuti come esseri senzienti e degni di rispetto. Come al solito a rimetterci sono sempre i più deboli, chi non ha voce in capitolo e non conta nulla per una società avida e perversa.

Mangalia è una località turistica sul Mar Nero, guidata da un primo cittadino che non vuole saperne di fermare questo massacro che purtroppo continua nonostante la legge (9/2008) che proibisce l’uccisione dei cani randagi. Il mancato  rispetto per gli animali è indice di una società arretrata, chiusa, indifferente al dolore altrui.

Per questa poca sensibilità verso la vita, merita di essere boicottata, nessuna bella vacanza può essere trascorsa su una terra dove ancora urla il dolore di tutte le creature innocenti giustiziate per la sola colpa di essere “di nessuno”.

Firmiamo la petizione per dire Basta al massacro di cani in Romania!

 

fonte: nelcuore.org



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook